La "DIETA dell'ETICHETTA" 1° PARTE "etichette ingannevoli, dove si nasconde lo zucchero!"

Ridurre le calorie non è la soluzione, le calorie servono, ridurre i cibi spazzatura fa la differenza.

Non è necessario provare l'ennesima dieta o programma alimentare! 

Il modo più risolutivo per ritrovare la forma fisica, la salute e la bellezza è ridurre l'infiammazione. Se siamo infiammati il nostro corpo aumenta la ritenzione idrica, si ricopre di grasso, perde tono e invecchia precocemente.

Un buon sistema per diminuire l'infiammazione può essere quello di iniziare a consumare meno zucchero.

E dallo zucchero partiremo imparando a leggere le etichette e lasciando sugli scaffali i cibi che contengono sostanze che favoriscono l'infiammazione.

Diffidiamo sempre delle diciture "con meno grassi", "senza zuccheri aggiunti", "light", "contiene naturalmente zuccheri",

Le forme dello zucchero utilizzate dall'industria alimentare per migliorare il gusto, per dolcificare per conservare sono moltissime...... in tantissimi prodotti per la prima infanzia,  nei cereali per la colazione, nei cibi "light", nelle marmellate e nelle creme, yogurt, cibi in scatola, pani confezionati, affettati, biscotti, aceto balsamico, cibi pronti, bibite, alcolici, salse e....dove meno immaginiamo!.......mi è capitato di trovarlo in un carpaccio di pesce spada confezionato.

Vediamo insieme i nomi:

Lo zucchero da tavola viene chiamato saccarosio e spesso viene proposto in altre forme: zucchero di canna, sciroppo di glucosio, sciroppo di fruttosio, fruttosio, lattosio, glucosio,  sorbitolo, destrosio.

I derivati dell'amido: maltosio, sciroppo di amido, sciroppo di malto, maltodestrine, mannitolo.

Tutti i dolcificanti "artificiali": Aspartame, saccarina, acesulfame, edulcorante, sucralosio, ciclammati, xilitolo, mannitolo, maltitolo, isomalto, sorbitolo.

E le alternative naturali: succo di frutta, zucchero d'uva, sciroppo d'acero, sciroppo di riso, melassa, agave....

Se leggete questi nomi non esitate a lasciare il prodotto sullo scaffale!

Attenzione alle barrette che tra gli sportivi e gli snack sostitutivi del pasto vanno per la maggiore, spesso lo si trova tra i primi ingredienti! 

Mi auguro che la lettura delle etichette sia un grande stimolo per iniziare a dare al vostro corpo ciò che è in grado di trasformare e assimilare...tutto il resto è spazzatura che viene stoccata tra chili di troppo, liquidi in eccesso, perdita di tono, invecchiamento precoce.

Leggete l'etichetta, non rischiate di infiammare il vostro organismo, credendo sia la giusta soluzione!

Se siete interessati ad approfondire, a rivedere le vostre abitudini o capire come migliorare la vostra forma fisica non esitate a contattarmi, insieme possiamo organizzare corsi di spesa per esempio!

Quando le esperienze personali
trasformano il cibo...
da nemico al più grande alleato......
Barbara Casalini

Se vi è piaciuto condivitete
GRAZIE