TUTTI GLI INESTETISMI NASCONO NEL TESSUTO CONNETTIVO,,,,,MRT 503 PER RIEQUILIBRARE, DETOSSINARE E RIGENERARE LA MATRICE EXTRACELLULARE

La risposta è MRT 503, cioè un dispositivo elettromedicale in grado di riequilibrare, disintossicare e rigenerare la matrice extracellulare. Questa apparecchiatura viene utilizzata in semplici sedute da 30 minuti, durante le quali il paziente è sottoposto a 3 azioni contemporanee e sinergiche:

  1. Suzione
    Mediante un rullo, le scorie e gli altri residui presenti negli starti profondi della matrice vengono aspirati fino in superficie, dove il sistema linfatico provvede alla loro eliminazione. Inoltre traggono benefici anche il sistema immunitario e gli scambi capillari, con conseguente miglioramento del processo di rigenerazione dei tessuti.
  2. Biorisonanza endogena
    Grazie ad un elettrodo aspirante vengono prelevate le “informazioni frequenziali” dal sangue del paziente carico di tossine; queste sono poi ritrasmesse all’organismo con segno invertito in modo da annullarne l’effetto e ristabilire una condizione di normalità. Questo trattamento è eseguito normalmente sulla schiena, ma è in grado di raggiungere tutti gli organi interni.
  3. Induzione di corrente continua
    Il tessuto viene stimolato con una piccolissima corrente a flusso costante, talmente debole da non essere avvertibile dal paziente; in questo modo si contrasta l’acidosi che caratterizza i tessuti patologici, per farli tornare alla loro fisiologica alcalinità. Migliora così anche il metabolismo.

Riassumendo, sottoporsi ad un trattamento con MRT 503 garantisce:

  • La riattivazione del metabolismo.
  • La stimolazione della rigenerazione cellulare.
  • La disintossicazione periodica/stagionale (non definitiva, purtroppo) dell’organismo.
  • Il ripristino delle difese immunitarie.
  • Un drenaggio generale.

Tutti questi benefici non possono certo passare inosservati.